PAVOLETTI RISPONDE A ZAZA: DA TORINO ARRIVA UN PUNTO PREZIOSO

di Luca Pes
Vedi letture
Foto

BUON PUNTO – Un ottimo pareggio in chiave salvezza per il Cagliari, sempre più vicino alla fatidica quota 40 punti. I rossoblu ottengono una "X" in trasferta dopo quattro mesi e mezzo: l'ultimo pareggio lontano dalla Sardegna Arena era stato ottenuto a Frosinone grazie a una rete dell'ex Farias. Dopo il pareggio di Parma, altra frenata per il Torino nella corsa verso l'Europa. Entrambi i gol arrivano nella ripresa. Al vantaggio di Zaza fa seguito il classico gol di testa di Pavoletti. Tre gli espulsi del match: Zaza per rosso diretto, Pellegrini e Barella per doppia ammonizione.

LA CRONACA

SORPRESA KLAVAN – Novità dell'ultima ora in casa Cagliari. Srna, in dubbio fino all'ultimo, parte dalla panchina; al suo posto c'è Padoin. Sorpresa anche al centro delle difesa dove al posto dello squalificato Ceppitelli c'è Klavan a far coppia con Pisacane e non Romagna come pronosticato alla vigilia. Sulla sinistra ancora Luca Pellegrini. Nessuna novità dalla cintola in su con Cigarini e Barella vertici del rombo, Faragò e Ionita in mediana e Joao Pedro e Pavoletti in attacco. Qualche sorpresa rispetto alle indicazioni della vigilia anche in casa Toro. Non ci sono Ola Aina sulla destra e Lukic in mezzo, giocano De Silvestri e Meïté. Per il resto tante conferme: Nkolou pilastro della difesa, Rincon a centrocampo e il duo Baselli-Berenguer sulla trequarti. Unica punta Zaza al posto dello squalificato Belotti, out anche Iago Falque per infortunio. 

SQUADRE COMPATTE – Tanta aggressività in campo fin dai primi istanti di gioco, ne fanno le spese Barella e Rincon che vengono ammoniti nel giro dei primi due minuti. Le due squadre si affacciano timidamente nell'area avversaria ma i colpi di testa di João Pedro prima e di Baselli un minuto più tardi finiscono abbondantemente alti. Il Torino inizia a fare sul serio. All'8' minuto, su servizio di Baselli, Ansaldi conclude verso la porta ma la difesa rossoblu non si fa sorprendere. Pochi secondi dopo è Baselli a impegnare severamente Cragno che devia in angolo. Al minuto 11 super occasione per il Cagliari: dopo alcuni scambi al limite dell'area Ionita libera un bel sinistro che si stampa sulla traversa. Le due squadre sono molto compatte e difficilmente concedono spazi agli avversari. Al 24' il Torino si proietta in avanti, Meïté serve Rincon che conclude abbondantemente a lato. Il Cagliari si affaccia in area granata al 29', il traversone rasoterra di Faragò si perde senza che qualcuno possa concludere in porta. Al 35', sugli sviluppi di un corner, brutto scontro aereo tra Izzo e Klavan: il difensore estone rimane a terra dolorante per circa un minuto. Al 38' si fa male De Silvestri, sospetta frattura del setto nasale per lui: al suo posto Ola Aina. Il primo tempo si conclude con una conclusione debole di João Pedro che finisce tra le braccia di Sirigu e un colpo di testa di Ansaldi che termina sopra la traversa.

PUNTE IN GOL – Il Torino riparte benissimo: al 47° Berenguer calcia una punizione in mezzo all'area, Meïté gira di testa e Cragno è costretto a distendersi in tuffo per sventare la minaccia. Il Cagliari risponde al 49' con Pavoletti, l'attaccante rossoblu di testa non inquadra la porta. Al 52' i granata sbloccano il match: Izzo raccoglie un cross sul lato sinistro dell'area, mette in mezzo un pallone rasoterra e Zaza completamente smarcato da pochi metri trafigge Cragno. Il match continua a essere nervoso, fioccano gli ammoniti. Maran vuole più centimetri in area di rigore e inserisce Cerri al posto di João Pedro. E proprio il nuovo entrato al 67' incorna di testa ma non inquadra la porta difesa da Sirigu. Al 73' uno dei momenti chiave del match: Zaza manda a quel paese il direttore di gara che estrae il cartellino rosso. Il Torino è in dieci per l'ultimo quarto d'ora di partita. Maran inserisce Birsa al posto di Ionita per aumentare la pressione offensiva. Al 75' arriva il pareggio del Cagliari: Cigarini serve Pavoletti che con la sua specialità, il colpo di testa, supera Sirigu. Il gol viene convalidato dal VAR dopo che in un primo momento era stato annullato per fuorigioco. Il Cagliari non si accontenta e al minuto 81 il nuovo entrato Birsa tenta il colpaccio dalla distanza: la palla termina alta sopra la traversa. All'82' un'ingenuità di Pellegrini ristabilisce la parità numerica degli uomini in campo: il difensore rossoblu interviene in ritardo su Ola Aina e viene ammonito per la seconda volta. Maran cambia ancora, dentro Lykogiannis al posto di Pavoletti, da questo momento l'unica punta è Cerri con Birsa a supporto. All'88' bella conclusione di Cigarini, Sirigu si rifugia in corner. Il Cagliari si rende pericoloso nel recupero, un traversone di Faragò non viene sospinto in porta per un soffio da Cerri. Barella in pieno recupero viene ammonito per la seconda volta e i rossoblu finiscono addirittura in nove uomini. Al 96' un brivido di paura percorre la schiena dei tifosi cagliaritani ma Cragno è bravissimo a deviare oltre la traversa una stupenda punizione dal limite di Baselli.

 

Il tabellino di Torino-Cagliari 1-1

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; De Silvestri (39' Aina), Meïté, Rincon (87' Damascan), Ansaldi; Baselli, Berenguer (73' Parigini); Zaza
A disposizione: Ichazo, Rosati, Lukic, Singo,, Djidji, Bremer
Allenatore: Mazzarri

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Padoin, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Faragò, Cigarini, Ioniță (73' Birsa); Barella; João Pedro (66' Cerri), Pavoletti (85' Lykogiannis)
A disposizione: Aresti, Rafael, Leverbe,, Romagna, Srna, Bradarić, Oliva, Despodov, Théréau
Allenatore: Maran

ARBITRO: Irrati di Pistoia
Assistenti: Gori-Longo
Quarto uomo: Dionisi
Addetti al VAR: Banti-Schenone

RETI: 52' Zaza, 75' Pavoletti
Ammoniti: Barella (C), Rincon (T), Faragò (C), Berenguer (T), Padoin (C), Pellegrini (C), Pisacane (C),
Espulsi: Zaza (T), Pellegrini (C), Barella (C)

Corner: 6-6
Recupero: 3'-7'