Pavoletti: "Qui sono rinato. Sono vicino ai tempi di Genova"

di Federico Paparusso
Fonte: CagliariCalcio
articolo letto 1543 volte
Foto

"Mi sono innamorato di Cagliari ancora prima di arrivarci". Esordisce così l'attaccante del Cagliari, Leonardo Pavoletti, ospite della trasmissione di Radiolina "Il Cagliari in diretta", questa sera dal nuovo Cagliari 1920 Temporary Store del Centro Commerciale "La Corte del Sole" di Sestu.

L'ex Napoli ha parlato della sua esperienza in Sardegna, a partire dall'arrivo all'Aeroporto "Mameli" di Cagliari-Elmas: "L’impatto è stato eccezionale. Sono venuto qui con tanta voglia di fare, all’aeroporto i tifosi mi hanno riservato un’accoglienza trionfale. A Cagliari si sta troppo bene, giocare alla Sardegna Arena è qualcosa di  fantastico: i nostri tifosi ci danno una spinta in più. Qui sono rinato, mi sento molto vicino al Pavoletti di Genova. Cerco solo un po’ di continuità: prima mancava la condizione, ora bisogna aggiustare la mira".

La rete al 95esimo contro il Benevento che ha fatto esplodere la Sardegna Arena è stata uno spartiacque per il proseguo della stagione: "Uno dei più importanti e belli della mia carriera. Mi sono buttato per colpire e ho chiuso istintivamente gli occhi, li ho riaperti e ho visto il pallone finire nell’angolino alto. La cosa più divertente è stato il racconto del giorno dopo negli spogliatoi: c’era chi è finito per terra sbattendo la testa, chi è scivolato, Cossu era infortunato e ha fatto 50 metri per raggiungermi…".

Cerco sempre di migliorarmi - prosegue Pavoletti-,  è una lotta con me stesso per fare di più. Se a fine partita ho fatto gol ma non ho giocato bene non esco dal campo contento; stesso discorso se ho giocato bene e la squadra ha perso. La combattività me l’ha installata mio padre, istruttore di tennis”.

E sabato arriva la Sampdoria degli ex Giampaolo e Murru: "Sicuramente non viene da un buon momento però ha fatto vedere in questo campionato di che pasta è fatta: ha vinto il derby e battuto la Juventus.Gioca bene a calcio, dovremo fare un’ottima partita: tosti contro l’Inter, ma segnare più gol. Una vittoria sarebbe fondamentale per noi: daremo il massimo per arrivare a 19 punti".


Altre notizie
Mercoledì 13 Dicembre
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI