Isla: "Futuro? Arrivare decimi e fare altri due anni a Cagliari"

di Federico Paparusso
Fonte: La Gazzetta dello Sport
articolo letto 2326 volte
Foto

Questa mattina Mauricio Isla ha rilasciato una lunga intervista ai colleghi de La Gazzetta dello Sport. Queste le principali dichiarazioni del centrocampista cileno: "I sardi sono simili ai sudamericani per calore e sensibilità. A Cagliari ricevo affetto e ho la mia privacy. Sto a 15 minuti dal centro, a due passi dalla spiaggia del Poetto: fantastica. Ho ritrovato le dimensioni di Udine: squadra piccola, progetti solidi, ambiente ideale".

Sulla attuale stagione: "Sono contento ma so che posso fare di più. Ringrazio il presidente Giulini per avermi dato l’opportunità e il mister per avermi seguito con fiducia. Rastelli merita la conferma? Ha vinto la B, si è salvato con quattro turni d’anticipo: cos’altro si vuole da un tecnico debuttante che centra gli obiettivi? Con lui ho un rapporto ottimo. È la figura adatta a guidare il Cagliari, può fare solo meglio, mi aspetto prosegua".

Infine una battuta sul futuro: "Arrivare decimi e onorare altri due anni di contratto con la maglia del Cagliari. Andiamo avanti, dallo stadio provvisorio a quello definitivo. È presto per pensarci, ma mi piacerebbe chiudere la carriera nel mio paese con l’Universidad Catolica: squadra del cuore dei miei genitori e di mia nonna". 

 


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI